Ricette tradizionali per i Sabbat

di Morgana Commenta

Oggi torneremo a parlare di ricette culinarie, in particolare di quelle che andrete a fare durante ogni Sabbat.

Il Sabbat porta con se la magia della stagione che rappresenta, è un ciclo continuo di mutazioni ed eventi, è un nascere, vivere e morire. Prima o dopo il nostro lavoro magico bisogna cibarsi di qualche cosa, fa parte della storia della stregoneria, della sua tradizione.

Oggi vedremo delle ricette tradizionali per il Litha.

Torta d’estate

2 uova,
80 g di zucchero semolato,
110 g di farina,
70 g di burro,
un limone non trattato,
16 albicocche,
lievito per dolci in polvere,
100 g di confettura di albicocche (o di fragola a piacere),
zucchero a velo.

Fare sciogliere 60 g di burro in un pentolino a fuoco basso e lasciare raffreddare, poi montare le uova in una ciotola con lo zucchero, unire la scorza del limone grattugiata, il burro fuso e la farina setacciata con un cucchiaino di lievito. Mescolare fino a ottenere una pastella omogenea poi imburrare una tortiera a cerniera di 18 cm di diametro con il burro rimasto.

Distribuire sul fondo le albicocche snocciolate e tagliate a fettine spesse circa un cm poi coprire con la pastella preparata e aggiungere qualche cucchiaino di marmellata qua e là sulla superficie. Cuocere in forno già caldo a 160° per 40 minuti e controllare la cottura infilando nel dolce la lama di un coltello e osservando se ne esce asciutta.
Quando sarà cotta, estraete la torta dal forno, farla intiepidire sulla gratella,trasferirla sul piatto di portata e spolverizzate con zucchero al velo.

Frullato di fragole

400 g di fragole, o fragoloni,
4 yogurt naturali scremati,
dolcificante.

Lavare le fragole senza togliere il peduncolo possibilmante in un colino sotto il rubinetto aperto con un filo di acqua solamente, senza necessità di lasciarle in ammollo. Successivamente sgocciolarle.
Eliminare il peduncolo dai frutti e tagliare le fragole in pezzi regolari poi metterle in una ciotola ed aggiungere gli yogurt naturali scremati e mettere tutto nel frullatore.
Frullare bene, fino ad ottenere un frullato omogeneo, aggiungere poi il dolcificante al gusto desiderato e servire in bicchieri di
dessert o in ciotole individuali.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>